E pace in terra per gli uomini di buona volontà…

01/09/2004 0 By Edoardo

MI vengono i brividi. Sono stato in Israele in ferie e non ho sentito su di me la tremarella da attentati. Torno e ieri mattina a Ber Sheva esplodono 2 autobus per 16 morti… che strano proprio ieri mattina Sharon ha presentato il piano per il ritiro da Gaza. L’attentato e’ stato a Ber Sheva, una delle città piu’ religiose di tutta Israele. Il significato chiaro e’ che qualcuno dell’enstablishment palestinese vuole spingere l’estrema destra israeliana a bloccare il piano. Ma perché??? Ma i palestinesi non volevano che cessasse l’occupazione? Evidentemente a qualcuno non conviene che Israele si ritiri. Ho un nome in testa ma non lo dico.
Ieri a Mosca una kamikaze ha fatto 10 morti e 51 feriti facendosi esplodere all’ingresso di una stazione della metropolitana. Altri 10 morti per la causa Cecena.
Questa mattina un gruppo di guerriglieri ha sequestrato 200 studenti in una scuola russa in Ossezia. Anche qui le donne che fanno parte del Commando sono armate di cinture esplosive. Si prepara un’altra strage? Saranno i terroristi o la polizia russa a fare danni?
Tremo ogni volta che penso a quanto possa essere pericolosa la mente umana. Il terrorismo non porta a niente se non alla morte di gente che non c’entra niente. Il terrorismo non e’ minimamente assimilabile ai movimenti partigiani. Prendersela con i civili e’ inutile e controproducente.. (non che prendersela in maniera violenta sia più accettabile se è possibile una strada democratica per raggiungere gli stessi scopi)