redpro premium wordpress theme

Posts tagged ‘sukkot’

Sukkot 2009: Making of

Shake Shake Shake…

E’ quasi ora di agitare…

E&M missione aliyah: ?? ??? ??????

(Si legge IESH LANU MECONIT) che starebbe a dire: Abbiamo la macchina! 😀

Ieri sera, infatti, sono andato a Rehovot a recuperare la macchina dai suoi precendeti proprietari. Il passaggio di proprietà si è risolto in 5 minuti all’ufficio postale presentando il libretto della macchina (un foglio azzurro), l’atto di proprietà (un fogliettino), la carta d’identità di venditore e compratore. Pagati 196 sheqel (fanno circa 35 euro), la pratica è risolta. La postina trattiene il vecchio atto di proprietà e ne rilascia uno nuovo. FINITO!

Ora siamo felici proprietari di una Fiat Marea 1.6 ELX con cambio automatico. Colore Argento. Il prossimo passo è riuscire ad avere il pass residenti.

Nel frattempo abbiamo anche comprato la sukka ed oggi ho comprato il lulav.

Comprare il lulav è stata un’esperienza tantrica. In Kikkar Rabin, qui a Tel Aviv, hanno realizzato un mercatino di Sukkot. Un paio di postazioni per la vendita delle sukkot ed una miriade di banchetti di venditori di etroghim e “verdure” varie. La cosa più stupefacente è stato il costo totale… 90 sheqel (che fanno meno di 20 euro… vogliamo parlarne?). Ti scegli l’etrog, i rametti di mirto che preferisci, le coste di palma della lunghezza e della consistenza che più ti piacciono. Poi ti danno gli anelli per legarli assieme e l’impugnatura.

L’unica cosa che mi ha stupito è che la maggior parte degli etroghim erano verdi acerbi. Io ne ho scelto uno bello giallo, di forma regolare, senza macchie (molti ne avevano). Credo sia quasi perfetto 😀

Mistico a dir poco..

Habemus Sukka

Dopo un lungo chiedersi dove l’avremmo potuta comprare, ieri pomeriggio, mentre ci recavamo a fare una visita medica, abbiamo chiesto ad un tassista (dotato di kippà, quindi attendibile) dove ne potessimo trovare. Questo ci pensa un po’ e poi ci dice “sicuramente lo trovate da ACE, mia sorella l’ha comprata li l’anno scorso”.

Così, stamane, dopo aver fatto la spesa allo Shufersal, siamo partiti in direzione porto per tentare l’acquisto. Per fortuna il tentativo è andato a buon fine. Abbiamo comprato una sukka in alluminio, con lo Shkach supportato da aste di bambù. Sarà 4m per 2.5m, abbastanza grande per mangiarci e dormirci (voglio almeno provarci).

Ora per prepararmi a Sukkot mi resta da comprare Lulav ed Etrog…

Ora che siamo possessori di capanna, possiamo concentrarci a mente libera sullo shabbat che ci aspetta e, soprattutto, su Yom Kippur.

Shabbat Shalom veGmar Hatima Tova LeKulam.

Ancora feste

domani sera comincia l’ultima giornata della festa di Succot. E’ una festa di 8 giorni durante la quale si ricordano i 40 anni di viaggio del popolo ebraico nel deserto del Sinai. Durante questi giorni si usa mangiare il piu’ spesso possibile nella Succa’, una specie di capanna che ci ricorda la precarietà della vita. Alla fine degli 8 giorni, poi, si festeggia Simchat Torah, in pratica la festa della Torah. quest’anno per la prima volta partecipero’ al festeggiamento di questa ricorrenza.Per il resto.. ci sentiamo domenica quando rientrero’ a milano.Hag Sameach

alicia clark nude vanessa hudgens nipple ruby rose boobs hannah murray naked chrissy teigen leaked pics ana ayora nude margot robbie wolf of wall street nude melissa rauch leaked pics noureen dewulf nudes maitland ward nude carolina sanchez nude lisa kelly leaked yasmine elmasri nude sex photos 2015 joselyn cano nude 2015 celeb nude pics mary elizabeth winstead fappening anja leuenberger nude kat dennings naked teresa palmer naked