redpro premium wordpress theme

Archive for the ‘Erede’ Category.

I Will Survive ad Aushwitz

Solo chi ha vissuto una tragedia come la shoah in prima persona può permettersi di scherzarci sopra. Quando ci provò Benigni con la sia “La vita è bella” venne attaccato ed accusato di banalizzare una tragedia. Io apprezzai il suo desiderio di presentare un possibile punto di vista, quello di un padre che cerca di non far capire al suo innocente bambino quanto possano essere tremendi gli uomini.

Oggi scopro, grazie a Kolot, che un’artista austrialiana, durante un viaggio ai campi di concentramento nazisti, con il padre e la famiglia ha realizzato una performance sulle note di I Will Survive di Gloria Gaynor. Il padre è un sopravvissuto alla shoah, e, con tutti i diritto, si gode la vita ed il piacere di aver sconfitto la follia nazista non solo sopravvivendo, ma dando vita ad una generazione che ne porterà avanti la memoria. Penso che soprattutto il prendersi gioco di chi ci ha voluto male sia la massima sublimazione della propia vittoria sul orrore.

Può sembrare blasfermo o fuori luogo, ma a me questa performance fa scendere due lacrimucce di felicità.


Sapere che c’è ancora chi ha il coraggio di guardare la tragedia con un sorriso di scherno per i carnefici sulla faccia, vale più di mille ricerche su quello che è successo.

Il quotidiano israeliano Haarez riporta la notiza e fa notare come siti neonazisti citino il video e dicano “guardate, questi ebrei continuano a ballare in ogni angolo. Li dobbiamo cercare, li stermineremo nel prossimo olocausto”. Al di la dei brividi che fa venire quest’affermazione, che non dice però nulla di nuovo, la prima reazione che mi viene è un pensiero a quella fantastica T-Shirt che vendono qui in Israele dove vengono elencati tutti i popoli che in 3000 anni hanno tentato di cancellare il popolo ebraico dalla faccia della terra. Nessuno di loro esiste ancora, ma Am Israel Hai (il popolo di Israele vive).

Qui si ride…

Ultimi aggiornamenti:

Allora, oggi, con l’aiuto di mio padre, ho montato a parete il televisiore, montato il lampadario in camera da letto (e sostituito un pezzo rotto dopo essere andato al negozio per il cambio), cambiate gli interruttori della luce in camera della bambina….

Ah, si, giusto… E’ NATA MIA (NOSTRA) FIGLIAAAAAA 😀

Il 23 dicembre (7 tevet) alle ore 20.28 (o 20.29 a seconda del foglio dell’ospedale che si guarda, ma io sono sicuro che l’orologio facesse le 28), è nata la nostra dolcissima RUTH.
3 kili e 370 grammi (poi calati a 3.140 e già risaliti a 3.250) di dolcezza.
Dorme e mangia come ogni neonato che si rispetti; sporca un numero indescrivibile di pannolini facendo cacca e pipì ogni volta che la si prende in mano per cullarla un po’.

E’ buona e tranquilla come lo erano i suoi genitori.

Ruth Marascalchi

Ruth Marascalchi

E&M: missione erede

Sul Jerusalem Post di venerdì è apparsa l’abituale striscia di Matt Zalen. questa settimana è particolarmente indicata per giovani padri ed aspiranti tali…

per neo papà ed aspiranti

per neo papà ed aspiranti

abigail breslin leaked thefappening eu 2015 ariana grandes ass ariana grande leaked nude photos tamara ecclestone nude lauren cohan cameltoe rose mcgowan sextape tess georgia nude tawny jordan nude aly michalka fappening beyonce nudes sarah hyland braless kelly hall boobs elaine hendrix topless kerry nude joanna golabek nude nicola anne peltz naked fakes daryl hannah naked carmen sorbello nude andreea diaconu nude