redpro premium wordpress theme

Archive for October 2009

IKEA, missione (quasi) riuscita

Ieri siamo stati all’IKEA a comprare i mobili.
Un paio di curiosità:
1. qui si paga per i mobili ordinati agli angoli del piano superiore prima di scendere a quello inferiore. In questo modo in magazzino cominciano subito a preparare i carrelli e non tocca aspettare mezza giornata in coda per la consegna;
2. non tutti i mobili che ci sono in Italia ci sono anche in Israele (credo però che il contrario non sia vero);
3. il ristorante è Kasher LeMehadrin;

Detto questo: abbiamo comprato un bel po’ di roba. Non abbiamo ancora finito, occorrerà ancora un giretto o due, ma il grosso (ed ingombrante) è a casa.
Diversamente dalle precendenti esperienze Italiane, qui consegnano in meno di un giorno, nello specifico, pagato ieri sera verso le 6, consegna stamani alle 7.40!
8 carrelli di roba!

Ora è tutto stipato in sala in attesa che la tinteggiatura abbia fine.

Ikea@Home

Ikea@Home

l’Italia e’ l’unico reame …

l’Italia e’ l’unico reame in cui il monarca ed il giullare sono la stessa persona.
Ha proprio ragione Lettore_734749 nel commentare il commento del direttore del Guardian…

9 ottobre 1982

Si parla di 27 anni fa, ma non è facile dimenticare l’attentato che oggi, esattamente nella stessa occasione, venne eseguito a Roma, alla sinagoga ebraica.

L’attentato venne rivendicato dall’Organizzazione per la Liberazione della Palestina guidata da Arafat. Questo è l’ideale di convivenza degli estremisti.

Ready or not…

Da Facebook ho recuperto il video che incollo qui sotto. E’ un po’ forte ma c’è da dire che il sentimento comune qui in Israele non è tanto distante da quanto dice il video. Israele già parecchie volte si è difesa da sola contro nemici teoricamente soverchianti, ma se l’è cavata.

Più di una volta ha messo a segno raid contro installazioni militari “sospette” in territorio nemico (Siria ed Iraq, tanto per intendersi) ed ogni volta sono state portate a termine così bene che solo a distanza di settimane ha cominciato a circolare la notizia: Israele non si fa pubblicità ed i regimi colpiti non hanno certo voglia di far la figura degli incapaci ammettendo di aver subito un attacco da cui non si son difesi contro un obiettivo che, teoricamente, non esiste..

Beh, qui si chiede al mondo di svegliarsi di fronte ad una coppia di uomini (ma sono più di due) che stanno minacciando qualcosa di simile alla shoah.

E siatene sicuri, se davvero si dovesse arrivare al punto di non ritorno con la comunità internazionale ancora incapace di intervenire, per l’ennesima volta lo farà lo stato di Israele…

In un negozio di Gerusalemme, la prossima volta che vado ne faccio una foto, vendono una maglietta. Porta stampata una tabellina di tutti i popoli/dittatori che han tentato di distruggere il popolo ebraico. L’elenco è lungo e l’ultima voce è Iran.

Il messaggio della maglietta è chiaro: Noi siamo ancora qui, voi?

Sukkot 2009: Making of

Shake Shake Shake…

E’ quasi ora di agitare…

naked traci summit keyshia cole blowjob susan slaughter nude samantha gradoville nude sheneka adams pussy heather locklear naked pic valerie van der graaf topless fappening pic minerva portillo adriana lima camel toe christine evangelista nude jojo naked casey wilson nude kaya scodelario nude stacey martin nude jojo the fappening emmy rossum naked demi lavato pussy bella thorne naked 2015 mckayla fappening