redpro premium wordpress theme

Archive for August 2005

la vacanza volge al termine

ormai tra poco meno di 72 ore sar? sull’aereo di ritorno e tra circa 76 sar? di nuovo nel caldo asfissiante, caotico ed ansiogeno di milano.
Piccole note vacanziere:

  • ad Haifa ? pi? facile incontrare un bahaista che un locale casher
  • ad Haifa ? piacevolissimo incontrare, durante la colazione, una simpatica coppia di colombiani che spero di poter sentire ancora in futuro (saluti a Luis Fernando e Carolina);
  • ho mangiato meno shwarma di quanto avrei voluto… non so perch?;
  • dopo anni ho mangiato nuovamente in un fast food.. vabb?.. non sono morto;
  • ho scattato veramente troppe foto.. mi sa che la macchina fotografica digitale in mano mia equivalga ad un’arma impropria.

Vabb?.. oggi mi sono svegliato presto (6.15) perch? la sorellina di micol oggi ci salutava e tornava a Gerusalemme. Vabb?, la rivediamo tra un mese e poi magari verremo a passare il capodanno qui, ma in fondo almeno un po’ ci mancher?.

Disordini intestinali mediorientali

Spesso quando ci si reca in paesi del medio oriente o dell’estremo oriente, si viene invitati a prestare particolare attenzione all’acqua ed alla sua provenienza. Se si bene dell’acqua non minerale si rischia la dissenteria per batteri a cui il nostro intestino non sa reagire.
In Israele il problema ? un’altro. Gli israeliani sono decisamente dei tossici dipendenti dall’aria condizionata. Che all’esterno ci siano 28 o 39 gradi, tengono comunque l’aria condizionata a 20 gradi.
L’effetto ? quello di distruggere l’intestino di noi poveracci abituati a sbalzi di temperatura decisamente meno drastici.
Scusate per il discorso un tantino di m****.

ho un amico scrittore

mi ha lasciato un commento un paio di post fa, l’ho cercato con nome e cognome su google e sono finito sul suo sito. Ho scoperto che ha scritto un libro con una casa editrice a me sconosciuta. Ho come l’impressione che appena tornato in italia me o comprer? e se lui sar? d’accordo ne far? un ring corsaro con lui come ultimo destinatario.

esperienze culinarie

Ovviamente, quando si visita un paese straniero, si dovrebbe evitare di mangiare come si mangerebbe a casa. Quindi niente pizza (ma siamo pazzi), niente spaghetti (si potrebbe esser presi da conati vari)…
Qui in Israele il nostro sport ? cercare di mangiare ogni volta qualcosa di diverso e, per quanto alla fin fine non si mangino cose proprio “strane”, sto comunque sperimentando.
Partiamo dal fatto che dopo moltissimi anni ho mangiato nuovamente un hambuger (da Burger King e da Burger Ranch, entrambe le catene sono kasher). Non ho modificato la mia opinione su questo tipo di junk food.
Passanto ai cibi mediorientali, ho mangiato ovviamente Shwarma e Falafel, ottimi come prevedibile. Ieri poi ho mangiato anche la Pita Drusit, una cosa un tantino particolare. Immaginatevi una grande piadina molto morbida, quasi gommosa, piegata in quattro, spalmata di un formaggio molto morbido e lievemente acidulo che si chiama “labane” e spolverato di Satar, una spezia molto forte.
Parliamo ancora delle Burekas, delle tortine di pastasfoglia ripiene di, a scelta, formaggio, patate, funghi o carne. Serviti con salsa di pomodoro e salsa piccante sono un’esperienza da provare.
Piccola nota: qui il piccante ? piccante sul serio. Non che mi dispiaccia, ma qui c’e’ da fare attenzione per evitare il ricorso alle cure mediche (qui, per pura informazione, l’ambulanza risponde al 101)

The Big Kahuna – Edo (0-1)

Ebbene si, ieri sera siamo stati a mangiare in una sorta di Steak House di Gerusalemme in cui la bistecca pi? piccola era da 250 grammi. Io per? non mi sono fatto affascinare dalla semplice bistecca ma, da bravo fondo di lavandino ho dato l’assalto al “Big Kahuna”.
E che sar? mai sto big kauna direte voi? ed io vi rispondo: il vicer? degli Hamburger. 750 grammi di puro hamburger contornato da almeno 2 etti di panino, una buona ettata e mezza di patatine, cipolla e pomodoro.
Con tanta pazienza e lavoro di mascelle ho affrontato la sfida ed, alla fine, l’ho avuta vinta. L’ho finito.
La proprietaria del locale mi ha detto che ora ero pronto per il SUMOBURGER, 1 kilo tondo tondo, ma non credo di essere in grado di affrontare una seconda volta questo genere di sfide.
Domenica caricher? la foto del mostro. Non lo faccio ora perch? la connessione wireless gratuita fornita dalla municipalit? di Jerusalem ha la porta FTP bloccata. Rientrer? domenica a Tel Aviv e da li la caricher?.
Aspettatevi una tonnellata di foto perch? sto mettendo decisamente sotto sforzo la nikon di mia sorella.

Vacanze & Libri

Ovviamente in vacanza si ha molto tempo libero e se la si passa in spiaggia spesso si leggono libri molto rapidamente. O almeno, questo ? quanto accade a me.
In questi giorni, in particolar modo, ho finito di leggere il sesto libro della saga di Harry Potter. Non sto a raccontarvi nulla per non rovinare la sopresa, posso solo dire che di cose ne accadono parecchie, tutte succose. In linea di massima ? meno angosciante del quinto ma altrettanto avvolgente.
Oggi, poi ho letto tutto in un boccone “Zebra” di Chaim Potok, autore che ho imparato ad amare e del quale divoro i libri. In questo caso sono sei racconti brevi su altrettanti ragazzini che affrontano i problemi della vita. Piacevole.

the fappening salena gomez supergirl fappening maitland ward fuck new jlaw leaks 2015 milana vayntrub nude pics milana vayntrub stella maxwell nude megan fox nips hayden pannit lead icloud anastacia mcpherson nude the hunger games nude keke palmer nudes alicia machado nude nicki minaj nudes emily blunt fappening iskra naked pics emma watson see-through katy perry thong emilia clarke nude nude superheroes